La cucina minimal di una piccola mansarda

Il progetto di interior di una mansarda di 60 mq è stato creato all'insegna di uno stile minimal anche per la cucina dalle dimensioni compatte, dotata di un'isola che include un tavolo in rovere

Per un mini appartamento mansardato di soli 60 mq a Orzinuovi (BS), gli architetti dello studio ZDA | Zupelli Design Architettura, a cui i proprietari hanno affidato il progetto di ristrutturazione, hanno optato per un intervento di tipo "soft". Dal punto di vista planimetrico, la mansarda si presenta come un lungo rettangolo dalla struttura "bloccata": le aperture vetrate sono infatti allineate solamente lungo un unico versante, mentre quello opposto è cieco; il bagno è una zona a se stante, che si annette ad una delle estremità del rettangolo. Poche quindi le possibilità "di manovra" per i progettisti, impegnati a dare nuova vita a questo habitat trascurato e decisamente demodé. Dovendo infatti mantenere praticamente invariato il layout, gli architetti hanno ripensato soprattutto alla distribuzione dell'arredo, al rinnovo di pavimentazioni e intonaci studiando, al contempo, uno stile caratterizzante. Gli spazi della casa sono stati così rivitalizzati all’insegna di un gusto minimal e contemporaneo, essenziale e sofisticato. Il pavimento in cemento architettonico è stato immaginato sulla base di quello già esistente, in sintonia con la volontà di dare continuità al cambiamento.

Lo spazio rettangolare della zona giorno della mansarda ripresa dal tavolo inserito nell'isola

Sono state molteplici le richieste del proprietario per il rinnovo della zona giorno con la cucina riguardo le proprie esigenze, ma anche rispetto al tipo di arredo. Una su tutte ha però determinato il nuovo assetto interno della casa: "comprimere il più possibile la parte dedicata alla cucina al fine di ampliare lo spazio della zona tv e del soggiorno", ci spiega l'architetto Ezio Zupelli. "Le richieste del committente erano avere una casa più luminosa e soprattutto più funzionale, con la particolare esigenza di spostare il meno possibile impianti elettrici e idraulici al fine di ridurre al minimo i lavori. L’idea di progetto per l'area giorno è stata ribaltare la posizione della cucina per ampliare l'intero spazio living-tv e di utilizzare colori chiari per la realizzazione di pavimento e cucina, che abbiamo scelto color sabbia, e di sbiancare pareti, serramenti e soffitti in modo da rendere lo spazio più ampio e vivibile".

"Nel nuovo progetto abbiamo collocato la cucina sulla parete che divide la camera dal living, incassandola sotto a un cartongesso che ne definisce lo spazio e dotandola di un’isola operativa dove è stato inserita la zona lavaggio", continua l'architetto Zupelli. "Quindi, mentre la parete tv è stata mantenuta nella stessa posizione, è cambiata la disposizione della cucina che, nello stato di fatto, era addossata alla parete fronte alle finestre e non era dotata di isola; il tavolo era posto di fronte alla parete attrezzata". Siccome la cucina si sviluppava precedentemente lungo parete da cui adesso parte l'isola, l'inserimento della zona lavaggio sulla nuova isola ha consentito di mantenere lo scarico del lavello e della lavastoviglie senza dover fare ulteriori lavori. "Adesso la zona colonne ospita forno, cottura con cappa integrata al pensile e frigorifero".

La cucina minimal con il tavolo in rovere inserito nell'isola e le iconiche sedie di Vitra

Per ridurre il numero di pezzi d'arredo, "il tavolo da pranzo è stato realizzato a ridosso dell’isola e completamente a sbalzo per garantire la massima libertà nella seduta", conclude l'architetto. Realizzato in legno di rovere impiallacciato, il tavolo minimal nelle dimensioni, che potrebbe sembrare uno snack, si "incastra" nel blocco isola circondandosi di due iconiche sedie di design anni '50: il celebre modello DSR, di Vitra, firmato Charles & Ray Eames. Per la camera da letto, che si trova al di là della cucina, lo stesso stile sobrio e neutro per finiture e colori e pochi gli interventi di muratura eseguiti: "abbiamo solo inserito un cartongesso per incassare l’armadio  L".

"CUCINA MINIMAL DI UNA PICCOLA MANSARDA"

SCHEDA PROGETTO

LOCALITA'
Orzinuovi (Bs)
PROGETTO GLOBALE D’INTERIOR E ARREDO INTERO
ZDA | Zupelli Design Architettura
TIPOLOGIA ABITAZIONE
Mansarda
SUPERFICIE TOTALE ABITAZIONE
60 mq
SUPERFICIE CUCINA-LIVING
35 mq
ARREDO CUCINA
Cucina realizzata da I Falegnami su disegno dello studio ZDA | Zupelli Design Architetttura
Ante base e colonne: nobilitato Pianta - Piani di lavoro in Betacryl - Tavolo integrato nell'isola realizzato in rovere impiallacciato
COMPLEMENTI
Sedie DSR, di Vitra, con base-traliccio nera - Divano Reef di Flexteam - Tappeto Paper Connection di CiGiErre - Mobile tv de I Falegnami creato su disegno dello studio ZDA | Zupelli Design Architettura

PIANTA PROGETTO D'ARREDO

 

PIANTA STATO DI FATTO