Marmomacc + Abitare il Tempo = Contract

fiere –

Sarà uno dei protagonisti del salone dedicato al design d’interni e alle soluzioni d’arredo, in programma a Veronafiere dal 24 al 27 settembre 2014 in concomitanza con Marmomacc. L’obiettivo: far emergere le caratteristiche e le potenzialità di un mercato in continua espansione a livello globale

Si parla spesso di quanto l'Italia possa essere competitiva sotto molti aspetti ma di quanto sia difficile per le imprese del Bel paese trovare lo slancio adatto per introdursi in un determinato mercato e sfruttare le proprie capacità. E prendendo spunto proprio da questa difficoltà, durante la prossima edizione settembrina di Abitare il Tempo saranno allestite due arre espositive dedicate interamente al mercato del contract, sperando di poter attirare molte imprese e mettere in mostra le enorme potenzialità di questo mercato: Italy Contract, una mostra curata dall'architetto Antonio Larosa e At Home - Marmomacc & Abitare il Tempo for contract, curata dal designer Giuseppe Viganò.

La sezione Italy Contract - curata da Antonio Larosa, architetto e designer che opera nel mercato del statunitense da oltre vent'anni - raccoglie una selezione dei migliori prodotti italiani nel campo dell'arredamento, dell'illuminazione, dei tessuti d'arredo e dei tappeti. La mostra punta a dare risalto all'eccellenza made in Italy e sarà anche la preview di un più ampio padiglione dedicato al contract nell'ambito di Abitare il Tempo 2015.

At Home - Marmomacc & Abitare il Tempo for contract - curata dal designer Giuseppe Viganò e dallo Studio Viganò, rappresenta una dimostrazione concreta di quelle che sono le potenzialità del marmo in rapportato all'arredo e alle finiture d'interni. Organizzata in collaborazione con Marmomacc, la mostra coinvolge tre aziende del marmo che interpretano tre diverse collezioni di arredamento (living, night, wellness) attraverso la sapiente lavorazione di questo materiale, tre esempi di maestria artigianale tutta italiana. Per ogni collezione, che rappresenta un particolare stile abitativo, verranno sviluppati uno o più elementi, e il risultato finale avrà il pregio di raccontare queste differenze di stile in un solo spazio.
Living, prodotta da Giovanni Barbieri, propone librerie, tavoli, consolle con specchiera e piastrelle dove l'architettura degli antichi condotti romani viene interpretata con un'evoluzione del mosaico: lastre di marmo lavorate con il sistema brevettato “Barbieri” che produce un particolare effetto di superficie grazie al taglio waterjet e incastonature di vetro di Murano in rilievo applicate su lastre di metallo; Night, sviluppata da Lavagnoli Marmi, presenta un letto a baldacchino composto da colonne tornite e incise a bassorilievo con elementi interni che producono una fonte luminosa; Wellness, elaborata da Marini Marmi, indaga l'ambizioso tema architettonico di una spa dove, grazie all'utilizzo del Ceppo di Gré accoppiato all'alluminio alveolare, ampie lastre di pietra alleggerita si srotolano come un nastro nello spazio definendo le diverse funzioni della spa.

Pubblica i tuoi commenti