Video intervista a C+S Architects per Elmar

video interviste –

Come un paesaggio da abitare, l’innovativa proposta di C+S Architects per elmar si scompone e ricompone

Rompe gli schemi di una composizione tradizionale e gioca contemporaneamente sull’emozione la proposta @home, nata dal dialogo tra lo studio C+S Architects, che per la prima volta si è cimentato con la cucina ma che è noto in tutto il mondo per i progetti strutturali, e l’esperienza di Elmar. Il risultato è una delle più suggestive proposte viste al Salone di Milano.

"Abbiamo voluto andare oltre al classico sistema della cucina componibile, in cui cambiano sostanzialmente solo le superfici, e abbiamo immaginato la cucina come uno spazio aperto e non come una stanza chiusa - commenta Alessandra Segantini, l’anima femminile dello studio veneziano di architettura C+S -. Per interpretare questo contesto abbiamo operato un lavoro di disassemblaggio degli elementi".

"E dopo aver agito per scomposizione ci siamo concentrati su alcuni oggetti, che sono diventati dei Super Oggetti" specifica Carlo Cappai, l’altra mente dello studio C+S.

Elementi forti come la grande cappa a organo che è insieme aspirazione, luce e diffusore sonoro o l’imponente tavolo in cui convivono due quote e, di conseguenza, due modi di vivere in cucina, la convivialità e la preparazione del cibo, grazie al piano di cottura integrato in un blocco di acciaio appoggiato. Proprio su quest’ultimo e su come è stato ‘tornito’, Cappai pone l’accento perché

la perfetta sintesi tra l’altissimo livello di tecnologia di cui oggi l’industria dispone e la grande tradizione artigiana presente nella nostra terra, e penso ad esempio alle forcole veneziane realizzate con grande perizia a mano".

L’innesto della gamba, al cui interno si celano anche gli impianti, è stato ideato utilizzando il calcolo numerico ma è stato poi rifinito a mano. Un grande lavoro è stato compiuto anche sui materiali che vedono un mix tra alcuni già ampiamente usati in cucina, come l’acciaio inox o il legno, e altri più inusuali, come la ceramica decorata o la finitura in titanio.

"I super oggetti di @home si ricompongono anche attraverso il dialogo di materiali che creano una atmosfera sempre diversa - conclude Alessandra Segantini -. Ognuno può inventare il suo spazio accordandoli come in una orchestra o lavorando al contrario per contrapposizione".

I super oggetti
Credenza
: ceramica decorata, acciaio inox, acciaio finitura titanio, legno, laccato opaco goffrato, laccato opaco seta, laccato lucido e argilla con maniglia ed interni in varie finiture.
Dimensioni: 30,45,60,90,120 x 50 e 64, h.48 cm.

Tavolo: noce canaletto e rovere affumicato, dimensioni indicative
270,320,450,620 x 120 anche customizzabile, con elemento cottura in acciaio in più finiture, completo di 4 cassetti per accessori - l’impiantistica necessaria è prevista all’interno di una gamba del tavolo.

Cappa: in acciaio a partire da una lunghezza di 120 cm, formata da
moduli cilindrici di aspirazione, illuminazione, diffusione musica, alti 85 cm.
La cappa, grazie al sistema di supporto dei moduli cilindrici,è adattabile a
diverse altezze.
I moduli cilindrici sono di tre diametri diversi per le tre funzioni: aspirazione, luce e filodiffusione.

Libreria: schienale in acciaio inox e in acciaio finitura titanio, mensole in alluminio sp. 6 mm finitura acciaio o verniciate, listelli frontali in noce canaletto e rovere affumicato, customizzabile in lunghezza e altezza.

Armadiature: in laccato opaco goffrato, laccato opaco seta, laccato lucido, argilla, acciaio inox, acciaio finitura titanio e legno con interni decorati e preziosi, vari sistemi di apertura, ante a scomparsa, complanari, estraibili, a battente, accessoriabili per zona lavaggio, zona specializzata per piccoli elettrodomestici, piatti e bicchieri, uso dispensa.
Dimensioni: 30,45,60,90,120,135 x 63,76 - h.210 a 256

Pubblica i tuoi commenti