Rapporto Bilanci 2012 – Ambiente Cucina

Come di consueto Ambiente Cucina affida all' economista d'impresa Fabio Salvati, il compito di analizzare i bilanci di un gruppo significativo di aziende primarie del settore per offrire un quadro rappresentativo del comparto produttivo e del mercato

Uno studio sempre atteso e di grande interesse che per il 2012 evidenzia ancora una congiuntura sfavorevole sul mercato interno parzialmente compensato dalla crescita, ancora lenta, sui mercati esteri.
In generale, il comparto mostra una forte volontà di reazione e sembra impegnato ad immaginare nuovi modi di stare sul mercato, anche quelli più lontani. Per quanto riguarda quello interno il fenomeno più evidente appare lo spostamento di attenzione da parte del consumatore italiano verso quella che l’autore definisce “prodotti o combinazioni di prodotto di prezzo più basso in tutte le fasce di mercato”.

I cali di fatturato in Italia sono dunque il risultato sia di una diminuzione delle quantità che di un mix di vendita più povero in tutte le fasce di mercato.

Considerato che l’aumento dell’export non compensa del tutto i cali interni, il valore della produzione totale del campione preso in esame, già sceso del 4,6% nel corso del 2011, perde quindi un ulteriore 2,5% e scende da 1044 ml. a 1018 ml. Più accentuata la flessione dei margini di redditività, già messi alla prova nel corso dell’anno precedente. Cresce invece in maniera generalizzata la consapevolezza di come la qualità professionale del trade, più che la sua numerosità, sia una delle armi principali per ottenere risultati commerciali importanti e mantenibili nel corso degli anni, sia in Italia che all’estero.

L’aumento delle aperture di monomarca conferma ulteriormente questa direzione. Come ricorda Salvati nelle sue conclusioni: “La riconquista di una forte reattività operativa emersa nel corso del 2012 è un buon presupposto per rafforzare la competitività di medio-lungo periodo del settore e per affrontare il processo di selezione darwiniana del comparto ancora in corso”.

Leggi o scarica il flip magazine del Rapporto bilanci 2012


Fabio Salvati è economista d’impresa, si occupa di strategia e marketing strategico e operativo per primarie aziende italiane e multinazionali. Docente presso l’ISTAO (Strategia nel corso MBA ed Economia e Gestione dei canali Distributivi nel Master of International Management) e il CUOIA (Politiche di Promozione e Prezzo della Distribuzione Moderna nel corso MBA e Leve Strategiche del Retail nel master in Retail Management e Marketing).

http://blog.theforge.it

Pubblica i tuoi commenti