Uno snack in cucina

Ideali per pasti veloci, i tavoli snack sono una soluzione pratica che richiede poco spazio e che può arricchire qualsiasi progetto cucina, anche in un open space.

Nella maggior parte dei casi sono integrati nell’isola di lavoro, ma esistono soluzioni a ponte che movimentano una composizione lineare o che collegano i due elementi, come nel caso della composizione di Ak_06, l’ultima cucina proposta disegnata da Franco Driusso per Arrital, proposta in apertura. Stiamo parlando dei piani snack che sempre più spesso sono inseriti nelle cucine per la loro praticità di uso quotidiano o per rendere ancora più conviviale una cucina a vista. Punto di aggregazione e luogo perfetto per partecipare a “show cooking” domestici.
In molti casi si tratta di prolungamenti del piano di lavoro con una continuità di materiale (Berloni, Modulnova, Toncelli), in altri si gioca sui contrasti, utilizzando ad esempio legni e pietra (Ernestomeda, Ged, Maistri), o spessori diversi (Rossana). Talvolta sono elementi estraibili, come nel caso di Salinas, la cucina Boffi disegnata da Patricia Urquiola, o il risultato di un top scorrevole come propone il Laboratorio Mattoni. Soluzioni progettuali molteplici che possono personalizzare lo spazio dedicato alla cucina come dimostra la carrellata a seguire.

 

Berloni

Olympia di Berloni ha finiture glamour e maniglie a pomolo

Olympia di Berloni ha finiture glamour e maniglie a pomolo

Pensato per chi ama la bellezza classica con un tocco di gusto contemporaneo, Olympia “osa” una finitura glamour come il vetro decorato effetto pelle di coccodrillo e le maniglie a pomolo riprendono la stessa finitura. Un gioco di basi sfalsate crea invece lo spazio giusto per l’angolo da utilizzare per pasti veloci. Olympia è proposta in 14 tonalità di laccato oppure a scelta tra quelle della gamma RAL.
www.berloni.it

 

Boffi

Salinas di Boffi (photo by Tommaso Sartori)

Salinas di Boffi, design Patricia Urquiola, utilizza materiali high tech come il cemento (photo by Tommaso Sartori)

Creato da Patricia Urquiola, il progetto Salinas accosta sapientemente alla struttura tubolare in metallo nero una serie di materiali high tech, come il cemento (nella foto) o il Metals, speciale finitura laccata che riproduce l'effetto luminoso di vari metalli, ovvero di rame, ottone, zinco e alluminio. In legno massello sono invece i tavoli penisola, che possono essere fissi, estraibili o scorrevoli.
www.boffi.com

 

Ernestomeda

Carrè di Ernestomeda è disegnata da Marc Sadler

Carrè di Ernestomeda è disegnata da Marc Sadler

I volumi puri del modello Carrè (design Marc Sadler) si caricano di una inaspettata ricchezza, data dai materiali e dalle nuance impiegate per frontali e top. In questa nuova soluzione, isola, basi, pensili e colonne sono vestiti in laccato lucido moka, in perfetto abbinamento con il piano di lavoro in marmo Emperador e con il piano snack a ponte in legno di rovere termotrattato. La raffinatezza della composizione proposta si esprime anche nelle maniglie a incasso in laccato lucido moka.
www.ernestomeda.it

 

GeD

Velvet Profile C di GeD Cucine è qui proposto con frontali in Laminam

Velvet Profile C di GeD Cucine è qui proposto con frontali in Laminam

Programma cucina connotato da una trasversalità unica per la gamma di materiali e per la gola in alluminio - semilucido, laccato bianco lucido o anodizzato nero - Velvet Profile C è proposto anche con frontali in Laminam® in varie finiture, come la soluzione nella foto, dalla speciale texture effetto cemento. A contrasto, il calore del piano in legno naturale definisce la zona dedicata al pranzo dell’isola che integra anche la cottura e il lavaggio.
www.gedcucine.it

 

Laboratorio Mattoni

Il blocco cucina Perpetura di Laboratorio Mattoni è pensato sia per l'outdoor che per gli interni

Il blocco cucina Perpetura di Laboratorio Mattoni è pensato sia per l'outdoor che per gli interni

Pensata per l'outdoor, ma ideale anche per interni, il blocco cucina Perpetua (314,2 x 102 cm) è un oggetto di forte impatto, realizzata in acciaio inox e doghe in legno massello di teak – o di altre qualità lignee. Il top scorrevole in acciaio al carbonio temprato diventa un pratico piano snack. Sul top sono inseriti piano a induzione e piastra teppan-yaki, entrambi di Gaggenau - serie 400, rubinetto abbattibile, multipresa estraibile. Le basi integrano impianto di refrigerazione, cassetti e sportelli in acciaio a specchio.
laboratoriomattoni.it

 

Lube

Immagina by Lube ha un tavolo snack che si trasforma in vero tavolo da pranzo

Immagina by Lube ha un tavolo snack che si trasforma in vero tavolo da pranzo

Un gioco di linee squadrate e tonde definisce questa composizione di Immagina in cui il piano snack si sviluppa fino a diventare un autentico tavolo pranzo. I due toni di grigio della composizione, di cui la cui gradazione più chiara è conferita dalla finitura in melaminico color cemento, si abbinano al turchese dei vani a giorno e al bianco del tavolo. I sistemi di apertura delle ante sono del tipo Head, con maniglia applicata in testa; Bridge, con maniglia frontale; Neck, con gola.
www.cucinelube.it

 

Maistri

Plus di Maistri è ridisegnata da Alberto Minotti con grande attenzione alla ricerca dei materiali

Plus di Maistri è ridisegnata da Alberto Minotti con grande attenzione alla ricerca dei materiali

Rivista da Alberto Minotti, Plus è caratterizzata da un’anta a forte spessore  da 28 millimetri, “quel plus che fa la differenza”, e da una sapiente ricerca sui materiali e sugli abbinamenti di colore che definiscono le varie funzioni. Quella destinata alla zona snack è proposta in essenza, rovere (nella foto) o olmo. Finitura che viene ripresa anche dalla boiserie organizzata con scaffali a giorno. Il bordo a 45° delle ante, qui proposte in finitura cemento, e l’inclinazione del top formano una gola naturale che funge da apertura. Disponibile anche in laccati opachi e lucidi.
www.maistri.it

 

Modulnova

Float di Modulnova, ideata da Andrea Bassanello, ha piani flottanti in pietra plasentina

Float di Modulnova, ideata da Andrea Bassanello, ha piani flottanti in pietra plasentina

Grazie ai due piani flottanti in pietra piasentina dedicati al lavaggio e alla cottura, che sembrano galleggiare sulle basi, Float (design Andrea Bassanello), si presta particolarmente a creare angoli snack nell’isola centrale. Le basi, come le colonne, sono dotate di ante a doghe verticali di 15 cm, unite fra loro da profili in alluminio grafite di 3 mm, mentre i pensili sono in vetro fumè. Float si pregia anche di una dispensa-cantina a temperatura e umidità controllate, per vini e cibi pregiati.
www.modulnova.it

 

Rossana

Il sistema W75 di Rossana è sviluppato da Massimo Castagna

Il sistema W75 di Rossana è sviluppato da Massimo Castagna

L'isola e l'armadio del sistema W75 (design Massimo Castagna) si caratterizzano con i nuovi materiali di Atelier, collezione di finiture-gioiello pensate per progettisti al fine di creare cucine completamente personalizzate. La pietra Black Fantasy dalle straordinarie venature naturali si impone per il gioco spessori che definiscono il top dividendo la zona operativa, più sottile, e la zona pranzo di forti spessori. Per le basi le ante sono in acciaio spazzolato pennellato mentre il rivestimento dell'armadiatura è in marmo ceramico, pietra sinterizzata ad alta tecnologia tutelata da brevetti internazionali, proposta da Rossana in due applicazioni e due tipologie.
www.rossana.it

 

Stosa

Infinity con maniglia Diagonal di Stosa

Infinity con maniglia Diagonal di Stosa

Il contrasto materico sottolinea ed esalta lo spazio snack previsto in questa composizione di Infinity, nella versione con maniglia Diagonal dal caratteristico taglio a 30 gradi, ripreso anche sulle ante dei pensili. Infinity è disponibile in una palette cromatica ricca di nuance che variano a seconda delle finiture e dei materiali scelti. Si spazia dal Fenix Bianco Alaska, Grigio Londra e Grigio Efeso alle finiture materiche, realizzate con materiale nobilitato termo strutturato, nelle colorazioni Palomino Noce, Palomino Bianco e Rovere Nodato. Bianco Opaco o Cachemire Opaco sono invece le due varianti delle finiture, opache Super Matt e lucide, realizzate in materiale di rivestimento PET.
www.stosacucine.com

 

Toncelli

Invisible di Toncelli, disegnata da Mauro Carlesi, ha top in fibra di carbonio

Invisible di Toncelli, disegnata da Mauro Carlesi, ha top in fibra di carbonio

Il top in fibra di carbonio si proietta nello spazio e, sospeso, diventa un perfetto tavolo snack. È uno dei segni inconfondibile di Invisible, design Mauro Carlesi, che si propone come “un progetto definito dalla forza della materia”.  La fibra di carbonio è un materiale composito innovativo di ultima generazione, costituito da una
struttura filiforme, tessuto, unita ad una matrice di carbonio: una soluzione che garantisce al supporto una elevata resistenza meccanica e un’ottima resistenza alle variazioni di temperatura e agli attacchi di agenti chimici. Invisible è dotato anche di sistema domotico integrato e diffusione audio.
www.toncelli.it

 

Pubblica i tuoi commenti