Pordenone Fiere per il Contract made in Italy

fiere –

“HappyBusinessToYou” è il brand – di buon augurio – scelto per la nuova manifestazione dedicata al contract che si svolgerà al quartiere fieristico di Pordenone dal 15 al 18 febbraio 2012

Suona di buon augurio e come sfida alla crisi il brand HappyBusinessToYou, scelto per la nuova manifestazione dedicata al contract che si svolgerà al quartiere fieristico di Pordenone dal 15 al 18 febbraio 2012.
"Il nome che abbiamo scelto per questo appuntamento rappresenta una sfida, una provocazione - afferma Alessandro Zanetti, amministratore delegato di Pordenone Fiere - e la manifestazione dedicata ad un settore oggi in espansione ed evoluzione, sarà un'imperdibile occasione di business per tutte quelle aziende che hanno già confermato la loro presenza e che vedono in questa fiera una grande opportunità per creare un'offerta aggregata, promuovere la filiera italiana dedicata al contract, evidenziandone caratteristiche ed eccellenze. Siamo consapevoli che la nostra è una grande sfida ma non possiamo sottrarcene. Il contract, oggi più che mai, è un settore di estrema attualità: le grandi commesse hanno un forte mercato in tutti quei paesi dove l'economia è in grande fermento e i cantieri aperti non si contano più, a Londra come a Mosca, nelle aree metropolitane cinesi e indiane come in Brasile. E l'Italia può e deve giocare un ruolo da protagonista per la fascia alta del mercato, per la quale possediamo gli strumenti necessari per battere la concorrenza dei paesi low cost. Loro infatti hanno il prezzo, noi abbiamo l'eccellenza. E a Pordenone, durante Happy Business To You, i buyers che arriveranno da tutto il mondo, troveranno, appunto, l'eccellenza chiavi in mano. Il concept della fiera e suoi spazi, che rappresenteranno l'area "ufficiale" e istituzionale a disposizione di espositori e visitatori, sono stati studiati secondo un layout altamente innovativo ma essenziale, privo di fronzoli, senza finzioni sceniche. Poiché quello che intendiamo mettere in mostra è la realtà. Fatta di ricerca e talento, di innovazione e desiderio di guardare avanti".

Nei 9 padiglioni espositivi si troveranno interior design, outdoor, illuminazione, rivestimenti e serramenti, ufficio, home automation, domotica: tutto rigorosamente made in Italy. La fiera si prefigge anche di diventare un'opportunità per fare sistema, creando un'offerta articolata e completa al visitatore. Ospiti e vip saranno i migliori studi di architettura e progettazione di interni a livello mondiale, i top contractors internazionali, in particolare di quelle aree, come Cina, Medio Oriente, Russia e Sud America, che registrano i maggiori tassi di crescita nell'edilizia residenziale e nell'ospitalità. Strategica anche la location della fiera nel Nord-Est, nel distretto del mobile più grande d'Europa : 4.000 imprese con 40.700 addetti del comparto legnoarredo, tra Pordenone, Udine, Treviso e Venezia.

Pubblica i tuoi commenti