Inaugurato il nuovo polo logistico Margraf, brand eccellente del settore lapideo

In occasione della 52ª edizione di Marmomac, il 27 settembre, Margraf ha inaugurato una vera e propria “città” dell’eccellenza del “made in Italy”: il più grande polo logistico d'Italia per l’esposizione e per la distribuzione del marmo

Si può definire una “città dell'eccellenza del Made in Italy” il nuovo polo logistico di Margraf a Gambellara (ripreso nella foto in apertura), il più grande d'Italia, che può vantare una capacità tecnico-produttiva unica al mondo. Destinato all’esposizione e la distribuzione del marmo, il nuovo polo logistico si estende su un’area complessiva di 137.000 mq, a Gambellara, in provincia di Vicenza, a  pochi minuti dalla Fiera di Verona. In questa mega struttura, sono esposte 50.000 lastre di materiali lapidei diversi, che vanno dal marmo al granito, dall'onice alle pietre naturali fino a una selezione di materiali tecnici come lastre in ceramica, quarzo, ecc.  Il nuovo polo logistico nasce per soddisfare la sempre crescente richiesta di marmo di cui Margraf è un’interprete straordinaria, lavorando da oltre cent’anni marmi e pietre naturali e utilizzando le tecnologie più avanzate.

Il nuovo polo logistico di Margraf sito a Gambellara (VI), lungo l'autostrada A4

Ubicato in una posizione strategica, il nuovo polo di Margraf è collocato lungo l’autostrada A4, tra Milano, Venezia e il Brennero, all’uscita del casello di Montebello e a un quarto d’ora da Verona Sud. Il sito non è solo uno snodo importante dal punto di vista dei collegamenti, ma si trova al centro della zone di produzione di eccellenza del settore lapideo del Paese.

UNA STORIA LUNGA CENTO ANNI

Ha inizio nel 1906, in provincia di Vicenza, la storia di Margraf, con lo sfruttamento di alcune cave a Chiampo. Dopo oltre cento anni, Margraf è oggi un punto di riferimento internazionale per architetti e progettisti, che si affidano al Brand italiano per le realizzazioni più prestigiose. L’Azienda possiede infatti cave di marmo che forniscono materiali naturali unici come la Pietra Ducale, il Lipica Unito e Fiorito, il Repen, il Botticino Classico, Semiclassico e Fiorito, il Fior di Crema, il Bianco Venezia, o in esclusiva come il Fior di Pesco Carnico, il Grey Saint Laurent e l’Arancio di Selva.

Conta oltre 50.000 lastre e si estende su 137 mq il nuovo polo logistico Margraf

La filiera produttiva di Margraf parte dall'estrazione del marmo dalle proprie cave per poi trasformare i blocchi grezzi in preziose lastre levigate o in piccole piastrelle di marmoL'ampia gamma di materiali offerti da Margraf - che l'hanno hanno resa punto di riferimento nel settore -è caratterizzata da una qualità eccellenteOgni singola tipologia lapidea è selezionata tra centinaia di pietre e lavorata secondo un processo di elevata meccanizzazione e con tecnologie d'avanguardia per soddisfare le esigenze di ogni singolo cliente. Passato e presente si fondono perfettamente in un’Azienda che è una delle protagoniste della storia dell'architettura internazionale e che continua ad essere una straordinaria interprete delle nuove tendenze del design e del costruire.

L'invito Margraf a Marmomac, il Salone Internazionale dedicato alla filiera della pietra naturale e alle sue applicazioni nell'architettura e nel design, che si apre oggi alla Fiera di Verona

Pubblica i tuoi commenti