Hi-Home, l’intelligenza Domotica in casa

Il Salone del mobile sarà l’occasione per il
debutto ufficiale della casa campioneHi-Home” realizzata presso lo studio di
Andrea Castrignano
, interior designer che ha raggiunto la massima notorietà
grazie ai due seguitissimi programmi televisivi “Cercasi Casa Disperatamente” e
“Cambio Casa, Cambio Vita!”.
La ristrutturazione dello spazio, un ex opificio
dei primi novecento, è stata improntata sull’integrazione delle più evolute
tecnologie per rendere più efficiente l’edificio e per semplificare la vita
quotidiana attraverso un controllo domotico dei sistemi di sicurezza,
accensione luce, condizionamento, aperture e comandi di tutte le
apparecchiature elettriche.
Tante le aziende coinvolte nell’operazione,
compresa AUGE21 che produce cucine di altissimo
livello sartoriale e che ha realizzato su progetto di Andrea Castrignano la
composizione installata nella casa campione. Una soluzione “dinamica” che
prevede un blocco ad isola che integra la cottura, e che una volta aperto offre
un comodo spazio conviviale, e una installazione a parete con lavaggio e
elettrodomestici integrati che possono scomparire del tutto grazie a un sistema,
sofisticato ma semplice da usare, di aperture e chiusure.
Abbiamo voluto proporre ai nostri clienti una casa campione di 110 m2, e perciò molto
realistica, perché la riteniamo molto più “comunicativa” di qualsiasi
catalogo
– ha commentato Andrea Castrignano nel presentare alla stampa la sua
iniziativa – tutti potranno toccare con mano i prodotti e soprattutto
l’intelligenza nascosta in ogni dettaglio dell’appartamento grazie alla quale è
possibile controllare da un semplice tablet o smartphone tutti i dispositivi
della casa, anche da remoto. Grazie alla progettazione dell’impianto domotico
effettuata da Fabio Garrone, abbiamo anche predisposto degli scenari, da quello
di benvenuto a quello notturno per esempio, che semplificano straordinariamente
la vita quotidiana
”.

Nella foto di apertura Andrea Castrignano
ritratto nell’appartamento di viale Adige da Matteo Cireni.

Pubblica i tuoi commenti