Fondere e separare è un “gioco” da architetti

In un appartamento ristrutturato sito a Roma, living e cucina vivono separati solo quando serve grazie a un'ingegnosa soluzione d'interior design. Concepita con un sistema di armadiature e ante che "filtrano" e contemporanente uniscono i due ambienti.

Come si fa a rendere assolutamente autonomi cucina e soggiorno e al contempo riuscire a fonderli in un unico spazio? Un'idea ce la offre un progetto esemplare, che corrisponde ad un appartamento romano rivitalizzato dal progetto di Shiro Studio House Interiors Rome. Si tratta di un alloggio degli anni '30 che gli architetti dello Studio hanno reinterpretato per incontrare i desideri di una giovane coppia. Il primo passo è stato il restauro dei preziosi pavimenti in seminato alla veneziana, che, come si vede nelle foto, si pregia di decori eleganti come tappeti, dalle tonalità calde. Ed ecco l'idea: invece di pensare ad una chiusura della cucina o, viceversa a un un open space, gli architetti hanno saputo dar vita a un concept geniale, che divide/unifica i due ambienti incrementando la funzionalità di entrambi. Si tratta di contenitori che arrivano al soffitto, armadiature realizzate in legno ricomposto e impiallacciato e disegnate ad hoc proprio con la finalità di realizzare la fusione tra i due spazi. Ma solo quando si rende necessaria.

Casa A5 - foto2
Sobriamente arredata con un divano angolare bianco e un tavolo di cristallo ovale circondato da sedie di design "cult" - il modello 699 disegnato da Giò Ponti nel 1955, meglio conosciuta come Superleggera - la sala da pranzo costituisce anche la zona d'ingresso alla casa. Cinque armadi a tutta altezza, costruiti attorno a pilastri e a porzioni di setti portanti e dotati di porte, si aprono per dialogare con la cucina attigua, un ambito di circa 28 metri quadri illuminato da 3 finestre. Al centro, l'isola operativa di Elmar finita in acciaio inox accoglie il piano di cottura orizzontale con fuochi a gas di Foster e il lavello saldato a filo. All'isola è collegato il tavolo realizzato su disegno che accoglie sei sedie di Desalto ed è sormontato dal Skygarden di Flos, una sorta di cupola delle dimensioni quasi inusitate.  V Casa A5 _cucina
Quando tutte le ante/porte si chiudono, lo spazio cambia. I locali ri-assumono le proprie funzioni e si racchiudono in se stessi riaffermando la propria identità. Come si vede nella foto qui sotto, la sala pranzo chiusa appare quasi silente; lo sguardo corre sulla lunga parete lignea che termina la porta di un'ultima stanza.

Casa A4 - foto6 ok

"Una spina dorsale in legno di rovere, lunga circa 14 m, apre e chiude inaspettatamente un ambiente sull'altro annullando la gerarchia degli spazi", spiegano i progettisti dello Studio. "La mancanza di porte è colmata da un numero di sportelli attraverso i quali, di volta in volta, si accede a un armadio, un bagno, una camera e che mettono in comunicazione, in un gioco di dentro e fuori, gli spazi della cucina e del soggiorno". Le armadiature proseguono longitudinalmente rivestendo anche la parete che conduce alla camera da letto e al bagno, definendo una soluzione d'interior coerente, omogenea e di sicura eleganza, oltre che efficiente. Il volume per lo stivaggio di provviste oggetti  viene infatti, in tal modo, moltiplicato; i contenitori sono omologati da una stessa qualità formale; l'accessibilità è garantita così come la privacy, che può essere dosata a discrezione in base alle necessità momentanee o da quelle scandite dalle azioni che governano diversi momenti della giornata.

Casa A4 - foto dalla camera Casa A4 - foto bagno

SCHEDA PROGETTO

Progettista: SHIRO - Studio House Interior Rome - Roma (IT)
Tipologia spaziale cucina: apribile su zona pranzo
Sup. tot. appartamento: 107 mq
Sup. tot. area cucina: 28 mq
Arredo cucina: Elmar, modello EL_01
Colonne/armadiature e pannellature a parete divisorie: create su disegno, realizzate in legno ricomposto; tavolo in legno collegato all'isola
Isola: ante e top in acciaio inox
Elettrodomestici: piano cottura Foster, serie Quadra Line; cappa in acciaio inox Falmec, modello Lumen a isola, lungh. 175 cm - lavello Scholtès; frigorifero con cantina Liebherr; forno a microonde e lavastoviglie AEG

 

PIANTA APPARTAMENTO

SHIRO _ PIANTA

 

 

 

 

There is one comment

  1. Leonardo Doimo - via Stadio24

    Davvero un gran bel progetto. Il contesto del palazzo storico e il dettaglio e la cura dei particolari rende il tutto perfetto.
    Io sto realizzando un progetto molto affine a questo dove un blocco centrale a triangolo nasconde all’interno la zona bagni / lavanderia e la soluzione ha incontrato l’entusiasmo dei committenti.

Pubblica i tuoi commenti