Un dialogo tra la cucina e la casa

domotica –

Lo staff MK_Invent, divisione di MK Kitchen, ha messo a punto Xnet, un sistema di domotica per la cucina. Ne parlano Alessandro e Ottorino Magnabosco, direttore marketing e presidente dell’azienda.

Ad Abitare il Tempo, a Verona, Mk Kitchen ha presentato l'ultima evoluzione del progetto Xnet, già avviato da alcuni anni. “Ora esiste una possibilità in più per lo spazio cucina, che va oltre l'evoluzione tecnica delle apparecchiature
e riesce ad interfacciare tra loro forni, cantinette o altri elettrodomestici seppure realizzati
da produttori diversi. Perché è proprio questo lo scarto rispetto ai sistemi domotici già in uso,
il passo in avanti che molto probabilmente renderà reale e fruibile la domotica nello spazio cucina”.
È quanto sostiene Alessandro Magnabosco, direttore marketing di MK Kitchen, che insieme allo staff MK_Invent,
divisione dell'azienda veronese, ha messo a punto Xnet, il nuovo e il primo sistema di domotica studiato
appositamente per l'ambiente cucina.

Come si sta sviluppando questo nuovo
sistema e in che cosa consiste?

Il Sistema Xnet permette di interfacciare elettrodomestici
di marchi diversi e inoltre permette la
gestione dell'illuminazione della casa, il controllo
del riscaldamento e della climatizzazione, la
gestione della filodiffusione e anche di monitorare
tutte le stanze della casa tramite webcam wireless
(senza fili) e motorizzate.
Si tratta di un sistema computerizzato, integrato
con il noto programma Windows MediaCenter di
Microsoft, che, tra l'altro, consente di ascoltare
un cd audio, guardare un dvd o la televisione, usare
la posta elettronica e navigare in internet.

Può risultare difficoltoso per chi non ha
dimestichezza con la tecnologia digitale?

No, anzi, è davvero semplice. Tramite l'utilizzo di
un palmare, basato sul sistema Pocket PC Microsoft,
è possibile controllare tutto quanto spostandosi
per la casa. Il monitor di controllo generale,
poi, è studiato in modo “user friendly” con
l'introduzione di immagini che semplificano estremamente
la gestione e rendono il suo utilizzo
semplice ed intuitivo.

Quali sono i plus di servizio che Xnet
offre all'utente?

Con Xnet è stata presentata una novità assoluta,
il sistema “Hot&Cold” da noi brevettato, che offre
la possibilità di poter riscaldare e raffreddare
i normali contenitori che vengono posti generalmente
nei retro-top attrezzati delle cucine. Con
tale dispositivo, tramite alcuni menu divisi per
categorie di vini e bevande, è possibile portare in
breve tempo a temperatura consigliata un vino o
una bibita, oppure scaldare un biberon o scongelare
in modo programmato un surgelato grazie
all'impostazione dell'ora di scongelamento.
Abbiamo poi pensato a un ricettario, dove si possono
già scorrere oltre 350 ricette tra antipasti,
primi, secondi piatti e dolci italiani, suddivisi per
regione. E si possono consultare le caratteristiche
dei 60 vini italiani più conosciuti. Inoltre, nella
videata che riporta le caratteristiche del vino,
si trova un pulsante touch screen che permette
di impostare la temperatura consigliata usando il
sistema “Hot&Cold”. E c'è anche la cromoterapia.
Sì, proprio in cucina, attraverso un sistema
da noi brevettato, è possibile creare l'atmosfera
ritenuta ottimale per lo stato d'animo delle persone
presenti. Con l'ausilio di alcuni sensori vengono
analizzate le condizioni meteorologiche esterne
e quelle di temperatura, umidità e rumore
all'interno della casa e quindi programmata la
cromoterapia “standard”. Ma, in qualsiasi momento,
si può anche scegliere manualmente la
colorazione luminosa che riteniamo più adatta
alla nostra percezione e al nostro umore.
stono già da tempo elettrodomestici intelligenti, è
anche una realtà che questi sono predisposti sì per
dialogare tra loro, ma solo se sono tutti realizzati
da una stessa casa produttrice.

Pubblica i tuoi commenti