Un Concorso per esporre il Compasso d’Oro

concorsi –

Adi, insieme al comune di Milano, lanciano un concorso per selezionare il progetto di allestimento della Esposizione Permanente dei vincitori storici del Compasso d’Oro

Nella nuova sede milanese di ADI, che si aprirà per il 2015 nell'area tra via Ceresio e via Bramante (attualmente in corso di riqualificazione) troverà spazio anche un' esposizione permanente dei prodotti selezionati nei sessant'anni del Premio Compasso d'Oro. E per valorizzare una delle collezioni di design più importanti al mondo, ADI e il Comune di Milano hanno voluto lanciare un concorso di idee aperto a tutti per selezionare il miglior progetto di allestimento.
"La collezione sarà uno dei fulcri di attrazione per un pubblico di addetti" ha commentato Luisa Bocchietto - presidente di ADI, "ma anche per i milanesi appassionati di design. La collezione fino ad oggi non visibile rappresenta la storia e lo sviluppo dell'Italia più meritevole. Stiamo parlando di un progetto strategico per la città di Milano ed è la prima volta che l'Amministrazione riconosce il ruolo della associazione sposando con entusiasmo questa iniziativa e donando all'ADI per 35 anni l'area su cui sarà edificata la nuova sede e il Museo. Per quanto riguarda il concorso, come associazione vogliamo correre il rischio di una partecipazione anonima e aperta a tutti. Vogliamo creare una occasione per chi è meritevole e non necessariamente noto".
Il bando prevede infatti due fasi: la prima, aperta a tutti e anonima, richiede la presentazione di un "concept" per il progetto di un spazio espositivo di circa 700 mq (è auspicata la partecipazione di gruppi ove siano presenti, accanto ai progettisti per la parte architettonica, grafici ed esperti di comunicazione e discipline storiche e sociologiche). La seconda fase individuerà tre progetti ai quali chiedere approfondimenti.
In primavera 2014 ci sarà la presentazione dei tre progetti selezionati e una giuria di esperti proclamerà il vincitore. "Cerchiamo una idea innovativa perché non sia una mera esposizione di mobili e abbiamo anche bisogno che sia tenuto in considerazione un aspetto economico sostenibile. Accanto alla esposizione del Compasso d'Oro", conclude Luisa Bocchietto, "la nuova sede intende divenire un centro di riferimento e possibile sede istituzionale anche per le altre associazioni del progetto, oggi distribuite in modo non percepibile sul territorio cittadino e operanti in modo autonomo ma disaggregato. La volontà è quella di creare una rete culturale di ampio respiro che possa essere di riferimento per il design italiano durante tutto l'anno e ospitare collaborazioni a livello internazionale".

Il bando sarà reperibile sul sito di ADI...

Pubblica i tuoi commenti