Tutto il fascino della versatilità nel progetto Maxima 2.2. di Cesar

Maxima 2.2 è l'innovativo e raffinato sistema progettuale di Cesar che permette infinite possibilità di personalizzazione, grazie alle oltre 90 finiture abbinate a diversi materiali, alle varianti di sistemi di apertura e alle tipologie di ante sagomate

Un progetto unico e trasversale, dall’eleganza sobria e contemporanea - protagonista della copertina del numero di agosto-settembre di Ambiente Cucina (n. 239) - che rivela tutta la sua versatilità una volta scoperta l'infinita possibilità di combinazioni.

Maxima 2.2 (il nome viene dalla caratterizzazione dell’anta che ha lo spessore di 2,2 cm), di Cesar, può essere realizzata in vari materiali e in oltre 90 finiture: dalle essenze - che vanno dal rovere naturale o laccato, al noce, al teak - ai laccati lucidi e seta, ai vetri lucidi e acidati, fino alla ceramica Laminam e ai metalli.

Forte e originale l’impatto materico di Maxima 2.2 nella nuova variante che abbina le ante in melaminico Ossido Ghisa al top in acciaio inox mat, arricchito dagli esclusivi bruciatori Pitt, ben visibili nella foto di apertura,  e dal piano snack Rovere Natural. Il mix di finiture e spessori determina una innovativa armonia cromatica

Anche le aperture sono disponibili in diverse versioni: con maniglia, gola dritta o a “L”, oppure con l’essenziale sistema push pull. In particolare, la nuova gola a “L” pannellabile regala un’elegante continuità estetica tra l’anta e l’interno della gola, personalizzabile con un inserto nella stessa finitura. Sono cinque le diverse sagomature che fungono da presa: dalla lineare presa Step che caratterizza l’anta con un segno distintivo alla discreta presa Inside integrata al pannello, sino alla soluzione con profilo a 30° dell’anta che agevola l’impugnatura senza l’utilizzo di maniglie.

Sofisticata e contemporanea la composizione di Maxima 2.2 con ante in laccato seta Titanio e top nell’innovativa superficie ultracompatta Dekton Kelya. Piano snack in Rovere Termocotto, come le colonne cucina con ante rientranti e area cottura attrezzata con i bruciatori Pitt

La trasversalità del progetto e la gamma di possibili combinazioni consentono di realizzare ambienti con risultati estetici diversi:
Maxima 2.2 può essere sofisticata, tecnologica, materica, architettonica.

Comunque, sempre di grande personalità.

La direzione artistica di Cesar è affidata a Garcia Cumini. Il catalogo di Maxima 2.2 (da cui sono tratte queste immagini delle due nuove versioni) si avvale dello styling di Studiopepe e delle fotografie di Andrea Ferrari 

Pubblica i tuoi commenti