Targa Bonetto per i giovani

Targa Rodolfo Bonetto, il premio per gli studenti dedicato a un grande del design, è giunto alla sua 22° edizione. Tra le menzioni speciali il taglia torta ILDY

Si è svolta a Milano la premiazione della 22° edizione della Targa Rodolfo Bonetto, concorso per gli studenti delle Università e delle scuole di design, giunto alla 22° edizione e dedicato a un indiscusso maestro del design italiano degli anni 70-80.
Realizzato con il patrocinio di ADI Associazione per il Disegno Industriale, Fondazione ADI Collezione Compasso d’Oro, Comune di Milano e con il supporto di Lumina Italia e Loghilton, Targa Bonetto è un premio rivolto a chi sta ancora studiando per imparare un mestiere affascinante dove la creatività, l’ingegno, la capacità di sognare incontrano le esigenze della società e le leggi del mercato.
Quest’anno Targa Bonetto ha premia il vincitore con un simbolo della libertà di muoversi, e quindi conoscere e capire la realtà che ci circonda: una Vespa Piaggio personalizzata da Garage Italia Customs , la società di customizzazione che fa capo a Lapo Elkann. A vincerlo il progetto "DB-shoes", una scarpa per piede diabetico, ideato da Carmen Ianiro, dell'Istituto ISIA di Pescara.
Al secondo classificato, il progetto "Koi", un indumento che si trasforma in un sacco a pelo, di Iryna Kucher e Luisa Eckert, della sede di Pordenone dell'ISIA Roma  è stata invece assegnata una macchina da caffè capsule Mitaca con fornitura caffè per un anno. Il terzo premio, un microonde Candy, è stato invece aggiudicato al progetto  "Sei", la mensola multifunzione disegnata da Francesco Claudio Lindo, dello IAAD Istituto d’Arte Applicata e Design, Torino.

Ildy, il taglia-torta che si è aggiudicata na menzione d'onore alla 22°Edizione della targa Bonetto

Si entra invece nel mondo cucina con la menzione speciale al  taglia-torta"Ildy", di Antonio Ynca e Riccardo Storchi, dell'IAAD,  Istituto d’Arte Applicata e Design, Torino. Ildy è un cake server, un pratico strumento taglia-torta che rende questa operazione facile e “creativa”. Tramite la pressione esercitata sulla porzione da tagliare, si riesce a tagliare, sollevare e servire la fetta di torta, la cui forma cambia a seconda della sagoma intercambiabile in lamiera di alluminio.

Il premio è stata ancora una volta l'occasione per ricordare Rodolfo Bonetto,  che ha lavorato negli anni d’oro del design italiano. Milanese classe 1929, scomparso nel 1991, Bonetto si dedica alla professione di designer da autodidatta e, nei due decenni a seguire, disegna di tutto, con la capacità di interpretare l’attualità e le sue icone che è la cifra dei migliori professionisti di sempre: dalle macchine utensili agli orologi, dalle lampade alle auto, passando per laser chirurgici e scarponi da sci, il suo straordinario lavoro viene premiato per otto volte con il Compasso d’Oro, l’Oscar dell’industrial design.

Pubblica i tuoi commenti