Surface Design Show 2017, a Londra dal 7 al 9 febbraio

Le ultime novità di materiali per l’architettura e l'interior al centro della manifestazione londinese, che sta crescendo e guarda con interesse all'universo italiano del design

Image-3.ashx

 

 

 Il "futuro è nei materiali": così Christopher Newton, Event Director del Surface Design Show di Londra (al Business Design Centre dal 7 al 9 Febbraio), sottolinea l’importanza attuale, nel mondo del design e dell’architettura, delle superfici innovative che, anche grazie alle nuove tecnologie, hanno raggiunto livelli di straordinaria creatività materica.

La manifestazione nata nel 2005, unica del suo genere nel Regno Unito -  che guarda con interesse crescente all’Italia e all’universo del design italiano - ha puntato in questi anni a diventare un riferimento significativo per i professionisti dei diversi settori, con l’obiettivo di creare un vero e proprio network con designer, architetti e produttori di materiali

Nell’edizione 2016 il Surface Design Show ha visto la presenza di 5699 visitatori (per l’86% si tratta di architetti, interior designer, lighting designer), con un aumento di  circa il 40% negli ultimi due anni, e per il 2017 punta ad ampliare anche il numero degli espositori (oltre 130 hanno già confermato la loro presenza), tra cui non manca una rappresentanza italiana.  

L’edizione di febbraio è dedicata al tema “Where Surfaces Come Alive" e sarà arricchita da ben 42 seminari. Eventi dedicati, in grado di durare un intero anno, nutrendo la community che la manifestazione ambisce a creare, mantenuta in contatto anche grazie a un magazine online.

Image-7.ashx

La sezione Surface Spotlight Live permetterà ad architetti e designer di entrare in contatto con i materiali più innovativi negli ambiti Hospitality ed Education, mentre la Stone Gallery sponsorizzata ufficialmente dalla Stone Federation GB, è dedicata alla pietra naturale e artificiale per le costruzioni.

Particolarmente innovativa la Light School, divisa in tre sezioni, presentata da Light Collective e sponsorizzata dall’istituto di Lighting Professionals, che dal 2014 offre vero e propri corsi dedicati alla relazione tra innovazione, luce e superfici, per offrire aggiornamenti e “diplomare” i progettisti su questo tema  particolarmente rilevante nei nuovi progetti.

Image-8.ashx“C’è sempre più luce all’interno della materia e la luce è sempre più importante nella scelta e nella definizione dei materiali per i progetti. E il lavoro a stretto contatto con la produzione per noi è diventato strutturale, così come la capacità di progettare legata alla lavorazione delle macchine non toglie ma aggiunge ricchezza al nostro lavoro” sottolinea l’architetto Mario Piva, che sta preparando un progetto - in collaborazione con Oikos - per la prossima edizione del Surface Design Show.

Non manca un premio: il Surface Design Awards, due categorie per interni e esterni, premia l’uso di  di superfici innovative nei progetti sia nel Regno Unito sia a livello internazionale, secondo criteri che riguardano il tipo di superficie, l’uso dei materiali e il design estetico. Tra i finalisti del 2017 ci sono Foster + Partners, Arup, Giles Miller Studio e BuckleyGreyYeoman. 

SDS 2017 Logo HR

(Ph. Surface Design Show 2016)

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblica i tuoi commenti