Ritrattando, una mostra fotografica da minotticucine

Prorogata fino al 28 gennaio la mostra Ritrattando, allestita presso minotticucinemilano, in via Larga 4

Presso minotticucinemilano, in via Larga 4, è ancora visitabile sino al 28 gennaio l'originale mostra fotografica “Ritrattando”, il risultato del lavoro delicato e giocoso di Eros Mauroner e Vincenzo Genna. Gli scatti esposti trattano il concetto di bellezza tramite uno sguardo empatico attento all’evoluzione della vita umana. Una serie di ritratti di donna, associati a quadri celebri. Donne ritratte all’interno delle residenze assistite dove vivono, con tutte le difficoltà che spesso questa situazione comporta, come disabilità e solitudine.

140711_ritratti_RSA_127cart
L’idea di queste fotografie - racconta Eros Mauroner - mi è venuta dopo averne fatta una quasi per gioco con la mamma di un amico, una donna spiritosa e ironica con la quale, improvvisando ho ricostruito la Ragazza con l’orecchino di Perla di Vermeer”. Un gioco, un approccio immediato e spontaneo poi diventato un lavoro più articolato, e ora una vera e propria esposizione per la città ed i cittadini. “È stata un’esperienza fantastica e gratificante - continua Mauroner - basata sul gioco e sull’arricchimento reciproco: abbiamo proposto alle nostre modelle una serie di ritratti della storia dell'arte e ognuna ha scelto in libertà il quadro che voleva interpretare. Le scene sono state allestite volutamente con molte imperfezioni perché lo scatto voleva essere vero. E le nostre interpreti sono state strepitose, hanno partecipato con grande senso di autoironia e con grande dignità. Queste donne meravigliose portano sul viso I segni del tempo e del vissuto, a volte doloroso, di ciascuna di loro, ed è  proprio a questo che vogliamo rendere omaggio. Non a caso “ il quadro”  mostra il passare del tempo con le scoloriture, con le piccole crepe nel colore, con mancanze di tono...
140711_ritratti_RSA_088cart
Ritratti che esprimono una bellezza amplificata dalle immagini stesse. Queste donne diventano dame e regine e nella fotografia se ne accentua l’eleganza del portamento, la fierezza e il coraggio della vita, unito all’occhiata complice, nella sua malizia, nel suo bisogno di amore e illusione, nel candore del tenerissimo sguardo con cui si mette in posa. Il ritratto come raffigurazione di una persona mostra non solo quello che la persona stessa è  ma anche quello che vorrebbe essere, il suo sogno, il suo possibile. Nelle fotografie il ritratto per sua peculiarità è quanto di più verosimile ci sia nel concetto di rappresentazione del reale.

 

 

Pubblica i tuoi commenti