Premiati i vincitori del FEBAL LAB 2017, dedicato al living

Il contest Febal Lab, in collaborazione con il Poliarte di Ancona, è ancora una volta una fucina di talenti: i due progetti vincitori entreranno nel catalogo del Gruppo Colombini e saranno presentati ad aprile al Salone del Mobile di Milano.

Finale appassionante per il  Febal Lab 2017 che, per il secondo anno consecutivo, ha coinvolto 20 giovani designer del Poliarte di Ancona che si sono misurati su un nuovo tema: lo studio dell’identità di un progetto di ricerca in ambito living.

Dopo la visita agli stabilimenti del Gruppo Colombini di San Marino e 4 mesi di progettazione, i partecipanti hanno presentato i loro progetti presso la sede del Poliarte di Ancona, alla presenza di Paolo Guiduzzi, responsabile divisione Home Decoration, e del product manager Stefano Latte, entrambi del Gruppo Colombini. Per Poliarte sono intervenuti il direttore prof. Giordano Pierlorenzi e la docente coordinatrice del contest, architetto Rossana Luchetta.

Originale e completo nella sua formula, Febal Lab, incubatore e fucina di talenti a confronto diretto con il mondo aziendale, quest’anno si è arricchito della presenza e collaborazione, articolata in 5 team di lavoro, degli studenti dell'ultimo anno dei corsi triennali di Graphic Design, in aggiunta ai già presenti Interior e Industrial Design della Poliarte Accademia di Design di Ancona.

Il gruppo vincitore è Arca - Beatrice Bassetti, Federico Bonvecchi, Lucia Bruni, Debora Sapucci – il cui premio sarà la partecipazione al Salone del Mobile di Milano, ad aprile, dove il loro progetto sarà presentato presso lo stand di Febal Casa.

Il gruppo Tuttotondo - Elisa Conti, Martina Fratini, Alessandra Frittelli e Andrea Mariani - ha invece ricevuto il Premio della Critica.

Entrambi i progetti entreranno nella collezione Colombini, a dimostrazione dell’alto livello di preparazione dei giovani futuri designer, come ha sottolineato anche Emanuel Colombini, ad dell’omonimo Gruppo: “Conoscere in anteprima i nuovi progetti, discuterne con gli studenti, comprendere a fondo le idee alla base delle cinque collezioni realizzate è per noi fonte di grande ispirazione. Quest’edizione del Febal Lab, inoltre, ha consentito ai partecipanti di sperimentare per la prima volta un lavoro realmente congiunto fra tre diverse discipline, interfacciandosi con altre realtà e acquisendo maggiore dimestichezza con la visione d’insieme di un progetto, caratteristica imprescindibile della professione del designer.”

Nell'immagine, da sinistra: Stefano Latte, product manager di Febal Casa, il Gruppo Arca formato da Beatrice Bassetti, Federico Bonvecchi, Lucia Bruni e Debora Sapucci,  Paolo Guiduzzi, responsabile divisione Home Decoration di Febal Casa

Pubblica i tuoi commenti