Maison & Objet 2017

L'art de vivre in evoluzione.

Il padiglione 6 di Maison & Objet - considerato strategico poiché rappresenta il “Polo Objet” con 1.000 espositori su 45.500 m2 (un terzo dell’intero salone parigino che riunisce in 9 padiglioni un’offerta a 360°dedicata alla decorazione della casa) - nell’edizione dall’8 al 12 settembre 2017 di Parigi si proporrà con una nuova definizione degli spazi e dei concept. Il progetto, avviato nel 2015 dal salone francese per seguire e interpretare meglio le trasformazioni della distribuzione e della vendita, ha ripensato completamente questo polo, che presenta ora tre aree principali - Cook&Share, Home&Fashion e Smart Gift - per offrire ai buyer  esperienze di visita che sono “storie”, raccontate attraverso esposizioni interconnesse. L’area Cook & Share, tra il pad. 5 e il 6,  riunisce tutta l'art de vivre che ruota intorno alla cucina, alla tavola, alla gastronomia e alla regalistica gourmet. E’ composta da tre percorsi interconnessi : Be Your Chef (grandi marchi dedicati alla spesa, alla preparazione e alla cucina degli chef ); Party Time (dedicata alle feste e alla condivisione, ospita i marchi storici di porcellane e cristallerie insieme ai nuovi protagonisti, gli utensili professionali, i prodotti per l’enologia e per il pic-nic);  Gourmet Gift (dedicata ai regali golosi, nuova tendenza forte che attira il consumatore nei negozi). Al centro del padiglione 6, l’area Home&Fashion Accessories riunisce invece i marchi e i creatori  dei complementi per l’arredamento: per una casa che assomiglia ai suoi abitanti, abitazione ma anche luogo di investimento come casa per affitti brevi. Vicino al padiglione 7, invece si trova Smart Gift, dedicato all’arte di donare.
Dall’ 8 al 16 settembre, parallelamente al salone Maison & Objet,  si svolge anche la Paris Design Week che costella la città di mostre, dibattiti, conferenze, vernissages e cocktails con l’obiettivo di  condividere l’amore per il design e diffonderne la cultura presso un pubblico vasto. Quasi 200 realtà partecipano all’evento, con alcuni spazi aperti al pubblico solo per l’occasione: boutiques, gallerie, laboratori, showrooms, ristoranti, alberghi, musei e istituzioni culturali si collegano per celebrare il design. Svariati i temi di quest’anno: Design senza frontiere: dall'Atlantico agli Urali; Materia di Design: celebrare la creatività attraverso il design concettuale e sensoriale; Eccellenza nelle gallerie e nei concept stores: servire chi ha il gusto delle cose belle; Talenti emergenti: un approfondimento sui giovani progettisti. Per ogni singolo tema sono previsti eventi e incontri dedicati.
Da segnalare, in particolare, Now ! le Off, l’ incubatore di talenti da sette anni all’interno della Paris Design Week. Offre una mostra aperta ai nuovi talenti del design, a marchi emergenti e studenti  che presentano prototipi e disegni per la produzione. Quest’anno, Now! Le Off ospiterà anche la prima cattedra di design industriale IDIS (Industria, Design e Innovazione Sociale).

(Foto di copertina by Francis Amiand)

Pubblica i tuoi commenti