La pasta? Tutta questione di design

Ci piace pensare che, ancora per molte culture gastronomiche, il piatto forte della cucina italiana costituisca un mistero inarrivabile: composta di due ingredienti basilari quali acqua e farina, la pasta è capace di assumere innumerevoli formati e trovare impiego all’interno di un numero ancora maggiore di ricette… a patto che si sappia cucinare, naturalmente.

Stavolta, è stato l’architetto George L. Legendre a cimentarsi nell’impresa di svelare l’arcano, in questo aiutato da un collega esperto in fatto di cucina italiana: la leggenda vuole che l’idea di pubblicare un’analisi “rigorosa” dei formati di pasta sia venuta a Legendre cenando con l’architetto Marco Guarnieri, per la precisione davanti a un piatto fumante di spaghetti aglio e olio preparato da quest’ultimo.

Più analitico si è rivelato l’apporto di Legendre al progetto, per il quale ha elaborato formule matematiche e illustrazioni tecniche – con Jean-Aime Shu – relative all’analisi di ciascuno dei 92 formati di pasta considerati. Per i più tradizionalisti, non mancano tuttavia le puntuali menzioni alle origini e alle ricette provenienti dalle tradizioni regionali della nostra penisola. Anzi, il volume edito da Thames & Hudson si spinge oltre, nel solco delle best practices per le ricerche storico-artistiche, arrivando a pubblicare un “albero genealogico” della pasta, in cui i vari formati sono ordinati a seconda che siano lisci o rigati, ripieni o vuoti e così via.

Come ha spiegato lo stesso Legendre, era appunto la prospettiva di creare una commistione tra il manuale di matematica e il ricettario a rendere stimolante l’opera: l’ambizione, se vogliamo tipica del design, di mescolare “sacro e profano”, forme e funzioni… matematiche o alimentari, che dir si voglia.

Il libro in sintesi

Pasta by Design

George L. Legendre, introduzione di Paola Antonelli

ISBN 9780500515808

23×19 cm

208 pagine,
189 illustrazioni
Prima edizione 2011

Fotografie di Stefano Graziani
Edito da Thames & Hudson, London 201
1

Pubblica i tuoi pensieri