Il vetro in cucina secondo Comprex

Materiale antico e nobile, il vetro impiegato dai nuovi sistemi cucina Comprex si alterna con eleganza ad altre finiture previste per le cucine della Collezione. Conferendo leggerezza e luminosità alle composizioni

Con la sua versatilità estetica e funzionale e l’ampia possibilità di personalizzazione, il vetro è un elemento importante per Comprex, che lo utilizza in diversi contesti e modalità per alleggerire i volumi e giocare su effetti luce, trasparenze e riflessi. Negli ambienti dal gusto contemporaneo il vetro spesso offre la possibilità di collegare zona funzionale della cucina alla zona living. Come nel caso della collezione Alumina - nelle FOTO in apertura e qui sotto - che presenta una colonna vetrina con telaio in alluminio bronzato e vetro fumé che funge da elemento di separazione tra la cucina e la zona giorno. Nelle vetrinette a parete, il vetro lascia intravvedere lo schienale finito in laccato spazzolata piombo. La vetrina può essere dotata o meno del sistema di illuminazione.

Il vetro viene impiegato per i contenitori sospesi del modello Allumina, di Comprex

La stessa struttura di colonna vetrina è proposta anche nel modello Filo (nella FOTO sotto). In questo caso si tratta di due colonne da 120 cm; ognuna si chiude con due ante in vetro fumé incorniciate da telaio in alluminio bronzato. Sul cielino, le luci a barra, che valorizzano le volumetrie e gli oggetti in esposizione.

Le colonne a vetrina del modello Filo

Nella configurazione a isola del modello Silica (sotto) i materiali impiegati per la struttura della vetrina sono impiegati per il bancone a isola, anch'esso con telaio in alluminio bronzato.

Le colonne a vetro del modello Silica

Per i vetri, Comprex propone un’ampia gamma di tonalità con finitura lucida o opaca.

Pubblica i tuoi commenti