I nuovi vetri delle cucine “cristalline”

Colore ed effetti speciali sono i nuovi protagonisti delle cucine in vetro. Che viene utilizzato per creare frontali lisci e continui o vetrinette e armadi-vetrina di vecchia memoria

 

Sono accattivanti le finiture delle cucine in vetro più trendy, e vanno dalle laccature lucide e matt al vetro industrial fino ai trattamenti più particolari che richiamano, ad esempio, la pietra o il cromatismo intenso della lava - come mostra la foto in apertura relativa al modello Glass, di Arredo 3, con basi finitura Basalto e pensili finitura Vulcano opaco. Accompagna l'evoluzione delle cucine in vetro lo sviluppo tecnologico, grazie a cui, oggi, le ante a vetro delle nuove cucine sono tanto belle quanto leggere e resistenti. La tecnica oramai consolidata per la realizzazione di un'anta in vetro impiega un telaio - spesso in allumino - che supporta il pannello il vetro temperato. Con il risultato di frontali lisci e perfettamente complanari - quando il telaio è posto sulla faccia interna dell'anta - o di vetrinette dal mood "tradizionale" quando il telaio è invece esterno e diventa anche cornice decorativa.

ARREDO 3

Il vetro finitura Basalto delle basi del modello Glass, di Arredo 3, si abbina al vetro Vulcano dei pensili

Sono venti le tonalità di vetro disponibili per i frontali del sistema Glass, una palette di colori che parte dalle nuance più tradizionali per arrivare alle texture più innovative e originali. Come le finiture Basalto, che richiama la superficie della pietra, e il Vulcano, colore ispirato all'intensità cromatica della lava vulcanica. D'effetto anche altre finiture della gamma tra cui come la Kerlite Brown delle colonne e il bianco opaco dell’ isola della soluzione qui sotto fotografata.

 

MAISTRI

Le nuove ante a vetro proposte da Maistri sono qui impiegate per le colonne del modello Altea

Il sistema Altea di Maistri è qui proposto con le nuove ante a Vetrina, soluzione di finitura trasversale a tutti i modelli cucina prodotti da Maistri e utilizzata principalmente per pensili e colonne. L’apertura push-pull evita l’utilizzo della maniglia o della gola, che disturberebbe la superficie lineare del vetro e ne ostacolerebbe l’eleganza. I vetri sono disponibili in tre finiture differenti: Bronze, Fumé e Stop-Sol. A seconda del colore preferito della vetrina, Maistri abbina poi il ripiano interno del mobile. “L’utilizzo del vetro – spiega Monica Venturini, responsabile marketing del Gruppo Asso, – è richiesto dal mercato e noi, in Maistri, lo abbiamo voluto sviluppare come elemento libero, svincolato dal programma cucina e disponibile per ogni tipo di composizione".

L'ambiente arredato con Altea, di Maistri

 

ARRITAL

L'ambiente arredato con AK Project, di Arrital, propone ante in vetro nelle tonalità del giallo e del grigio piombo

Programma d'arredo globale per cucina e living con cui gli architetti possono combinare a piacere materiali, ante e maniglie, AK_Project (design Franco Driusso) offre un'infinita varietà di finiture. Come l'elegante vetro satinato opaco color giallo ambra e grigio piombo qui utilizzato per ante e fiancate, che si abbina al legno di rovere Antico Biondo. Disponibile anche in finitura lucida, il vetro è realizzato con verniciatura a tre strati, che consente di annullare l’effetto ombra in caso di controluce o di illuminazione interna al mobile. Il vetro è temperato extrachiaro in linea con le normative di sicurezza e cromaticamente più puro.

Il retro dell'anta a vetro di Arrital mostra il telaio di supporto

 

ZAMPIERI

Basi in vetro acidato bianco per la cucina Glasstone, di Zampieri

Vetro acidato bianco e Laminam Oxide perla conferiscono alla cucina Glasstone un look "glaciale" e rigoroso. Il modello Glasstone (design Stefano Cavazzana) si esprime quindi attraverso l'utilizzo di due materiali ecocompatibili come la ceramicae il vetro e mediante un assoluto rigore formale. Nella foto, il vetro acidato bianco è utilizzato per le basi e le fiancate dell'isola e per le basi a parete, mentre il Laminam riveste, oltre ai top, anche le ante delle colonne, gli schienali e la cappa. Il vetro temperato, acidato o lucido, è disponibile in diversi colori.

Un primo piano sulle basi della cucina Glasstone, di Zampieri, in vetro acidato bianco

 

EUROMOBIL

Le vetrine con serigrafia a losanghe della cucina Filò, di Euromobil

Vetro serigrafato con disegno a losanga: è l'alternativa all'anta piena prevista per per il modello Filò, disegnato da Roberto Gobbo. Le ante a vetro con telaio perimetrale laccato sono qui adottate sia per le colonne e per le basi di Filò. Le ante piene e telaio delle vetrine sono finiti in laccato Fusion ossidato, speciale laccatura che simula le superfici metalliche spazzolate e che viene realizzata con a sei passaggi di lacca, di cui uno manuale. Per le colonne con ante a vetrina sono state scelte maniglie esterne, mentre per le colonne con ante piene, e per tutte le basi, è stato adottato il sistema a gola, ma qualsiasi tipo di anta è comunque disponibile sia con maniglie o gole, sia con sistema push-pull. Speciale l'isola, con top in granito nero assoluto Zimbawe lavorato ad effetto tessuto, piano snack semovibile Moove, in eucalipto termotrattato, canale attrezzato Gap con cappa integrata. La boiserie Up in eucalipto termotrattato è dotata di ripiani Bank in alluminio finitura piombo, con luce LED integrata

La cucina Filò, di Euromobil

 

FEBAL CASA

Febal Casa, le vetrine Garage della cucina Marina 3.0

La cucina Marina, uno dei best seller di Febal Casa, si rinnova e torna in versione 3.0 con nuove volumetrie, materiali inediti ed elementi ancora più caratterizzanti. Tra questi, l’innovativa vetrina Garage che aggiunge poi un tocco di leggerezza e luce in più alla cucina. La verina Garage può essere applicata a colonne e pensili, che si possono completare con ripiani interni in vetro.

La vetrina Garage adottata per colonne e pensile

 

SNAIDERO

Le ante in vetro Bianco Artico della cucina Way, di Snaidero

Una delle molteplici varianti di finitura previste per la cucina Way è il vetro color Bianco Artico proposto, che in questa composizione si pone a contrasto con il piano snack in olmo Visone dell'isola. Soluzione ideale per spazi informali e aperti al living, l'isola, sul lato opposto, è strutturata con basi dotate di zoccolo rientrante alto 23 cm, che sembrano quasi sospese risultando, in tal modo, anche più ergonomiche nella fruizione. Definisce l’estetica del progetto la presa per l'apertura posta sul bordo superiore delle ante, elemento continuo e lineare realizzato in lega di alluminio anodizzato in finitura titanio, che sottolinea lo stile rigoroso della cucina.

Way, di Snaidero, nella versione vetro e olmo

Pubblica i tuoi commenti