Gres e pietra hi-tech per cucine dalle performance eccellenti

Stanno trasformato il look delle cucine contemporanee in virtù di qualità fino ad poco tempo fa impensabili: sono le nuove superfici hi-tech a base di inerti, in grado di creare ambienti cucina carichi di fascino e di carattere

La cucina Alnocera Convinta, di Alno, adotta superfici in  Laminam® 

Sono tanto tecnologici quanto preformanti e ad alto valore estetico: parliamo di gres ceramico - come  Laminam® Kerlite®Ultra® - Ariostea Great Surfaces,  e di pietra sinterizzata - come Dekton®Lapitec® e Neolith®, materiali hi-tech di ultima generazione che le migliori aziende produttrici di cucine adottano sempre più di frequente. Perché, oltre ad essere super resistenti per la realizzazione di piani di lavoro e rivestimenti in spazi interni e outdoor, offrono soprattutto due performance altissime e strettamente connesse tra loro:  la possibilità di realizzare superfici molto ampie e continue, di oltre 3 metri e di uno o pochi centimetri di spessore e, al contempo  la capacità di riprodurre la materia naturale e texture speciali come cemento, metallo ossidato, ecc., senza però il peso e i costi di quella originale. Se infatti con il marmo bianco, ad esempio, sarebbe impensabile realizzare top di 3 metri senza giunture, o forse solo a fronte di un costo elevatissimo, ecco invece che Binova, nel modello Vesta, propone una soluzione con ante e top in gres ceramico a prefetta imitazione del marmo bianco statuario e una zona cottura invisibile "immersa" nello spessore del piano di lavoro. Effetto marmo, pietra, calce, cemento o metallo ossidato anche per le superfici in pietra sinterizzata, che viene adottata, come il gres, per i top e i frontali di nuove soluzioni d'arredo cucina annullando definitivamente il confine tra emozione e tecnologia.

ALNO

Ante e top in Laminam® Oxide per la cucina Alnocera Convinta, di Alno

L'azienda tedesca ha perfezionato l'arte di inserire la ceramica per la realizzazione delle sue cucine sviluppando la linea Alnocera. Di questa serie, un modello in particolare incontra un ampio consenso: è Alnocera Convinta che, in questa versione con isola centrale - collegata alla zona lavaggio da piano snack in legno massello -  impiega la funzionalità e l'eleganza della ceramica ad alta tecnologia Laminam® nella finitura Oxide. Attraverso un’esclusiva tecnologia di stratificazione, le superfici Oxide di Laminam® riproducono l’effetto del metallo ossidato e, grazie alla profondità materica e cromatica del materiale, si creano effetti tridimensionali inediti e raffinati che consentono di creare ambienti total look per la progettazione di interni ed esterni. La combinazione tra i toni naturali e le superfici tattili della finitura Oxide realizzano anche in questo caso un ambiente sofisticato e carico di atmosfera.

BINOVA

Il gres bianco statuario Ultra® - Ariostea Great Surfaces definisce il look della cucina Vesta, di Binova

La cucina Vesta (design Mama Studio) è rivestita in gres ceramico  Statuario Ultra Shiny - della collezione Ultra®-Great Surfaces, prodotto da Ariostea, a cui si abbinano elementi in legno di Eucalipto Scuro. La perfetta coerenza e estetica è valorizzata dall'assoluta continuità del piano di lavoro in cui gli elementi di cottura sono a scomparsa nello speciale Worktop Empatia, realizzato da Ariostea. Il top è infatti dotato di un sistema cottura a induzione integrata, una tecnologia esclusiva che genera una campo magnetico i cui flussi energetici sono capaci di trasformare l'energia in calore, senza la necessità di avere uno strumento posizionato sul piano di lavoro. Ecco quindi un worktop in gres completamente immacolato e una una superficie interamente utilizzabile e facile da pulire.

FEBALCASA

Il dettaglio del piano in Dekton® finitura Kelya, proposto da FebalCasa sulla cucina Kaleidos

Il piano di lavoro in pietra sinterizzata Dekton®, di Cosentino, imprime valore e forza espressiva alla cucina Kaleidos. disegnata da Alfredo Zengairo. Nella foto, le eleganti venature che attraversano la superficie in Dekton® finitura Kelya, caratterizzano il top di tutta la composizione che si svliuppa ad L, a partire dalla penisola con zona lavaggio per proseguire ad angolo lungo parete. La presa per l'apertura data dal bordo superiore tagliato a 37 gradi, abbinato alla gola piatta sul cassa. Le ante con telaio in alluminio di Kaleidos sono disponibili e pannelli in vetro verniciato o in laminato stratificato (spess.: mm. 4)

Modello Kaleidos, di FebalCasa, con piani in Dekton®

 

MAISTRI

Il doppio blocco dell'isola Giza, di Maistri, con fianchi e top in Lapitec®

Sono in pietra sinterizzata Lapitec® finitura Satin bianco crema i top e le fiancate dell'isola e del blocco lavello della composizione creata con il modello Giza, disegnata da Alberto Minotti. In questa soluzione, l'estetica di grande compattezza offerta dal  Lapitec® - pietra sinterizzata a tutta massa, formata in grandi lastre, viene enfatizzata dal taglio a 45° delle lastre, che si congiungono ai pannelli laccati dei frontali di cassettoni e ante tagliati con la stessa inclinazione a 45°. I frontali dei cassettoni dell'isola, e le basi, le colonne, pensili della parete di fronte sono in sono il laccato opaco crema.

 

SCAVOLINI

Dettaglio del top in Kerlite® del modello Liberamente, di Scavolini

L'elegante composizione a golfo della cucina LiberaMente propone, come caratteristica peculiare, il top e le ante senza maniglie finiti in gres porcellanato a basso spessore Kerlite®, nella chiara tonalità Open space, che illumina e sottolinea la geometria minimalista del modello offrendo un efficace contrasto con il Rovere Vintage del piano colazione. Le basi e l'armadiatura sono dotate di ante a battente mentre i pensili a giorno, finiti in Decorativo Bianco Puro, sono dotati di ante a vasistas. Anche il top, con piano cottura e lavello, è in Gres Porcellanato Kerlite® colore Open space, con altezza profilo di 3 cm e con alzatina spessa 3 cm. La sua superficie antigraffio ultraresistente offre garanzie di sicurezza e affidabilità. Completano la composizione gli sgabelli Weimar.

La cucina Liberamente, di Scavolini, con piani in Kerlite®

 

TEAM7

Il modello K7, di Team7, con top in Neolith® Pulpis

Cuore della cucina k7 (design Kai Stania) è l’isola di cottura con piano di lavoro regolabile in altezza, gioiello della produzione Team7 che qui viene valorizzato dalle ante in legno di noce e dal top in pietra sinterizzata Neolith® nella finitura Pulpis Polished. Questa particolare finitura in Neolith® si spira al materiale autoctono della provincia di Castellón, in Spagna - nello specifico, delle cave di Santa Magdalena - e si caratterizza per la base marrone tabacco e sottili venature bianche e dorate che solcano la lastra. Team7 lo ha impiegato anche per aggiungere funzionalità all'isola, che consente di lavorare in modo ergonomico: il top in Neolith® è infatti regolabile in un'altezza compresa tra 74 a 114 cm grazie ad un meccanismo di regolazione silenzioso, inserito a filo nel bordo del piano.

Il top in Neolith® Pulpis Polished del modello K7, di Team7

 

RIFRA

One, di Rifra, con top in Laminam® Calce

E' in Laminam® 1620x3240 mm con finitura Calce nero il top della cucina One, una nuova soluzione "ad effetto" che, per le ante, propone il cemento nero. Presentata nello showroom milanese ad aprile, One è un’ isola monolitica in cui il piano in  Laminam® e poi i pannelli, fianchi, il basamento e gli zoccoli - tutti spessi 3 cm -  sono sagomati a 45° così come le ante, anch’esse lavorate a 45° e spesse 2,5 cm. Gli interni dei mobili sono laccati opaco dello stesso colore dell’esterno. One è realizzabile anche su misura secondo progetti personalizzati.

 

Pubblica i tuoi commenti