Dalla Sicilia ai monolocali sempre più mini delle grandi città

Il progetto del blocco multifunzionale Salina e del blocco cucina Aretusa nasce dall’incontro tra una designer giovane e creativa, Valeria Longo, e un’azienda vivace come Artema.

Avendo come come filo conduttore la “sicilianità” e come obiettivo l’arredo di piccoli ambienti, Valeria Longo (nella foto) ha sviluppato con i due titolari dell'azienda catanese Artema, Andrea e Davide Maione, due soluzioni diverse anche per dimensioni, ma entrambe molto efficienti: Salina e Aretusa.

In particolare, la prima, Salina, si distingue per una maggiore completezza funzionale: in soli 210 x 155 cm e una altezza di 108 cm riunisce cucina, area relax ed anche zona notte. «La riflessione che ha originato Salina nasce dal viaggio a Parigi di uno dei titolari di Artema e dalla mia esperienza in una città come Milano, in cui gli spazi abitativi sono spesso limitati e valutati a caro prezzo. Mi sono soffermata sul target dei monolocali, che si è costretti ad arredare con mobili concepiti per ambienti spaziosi, che non tengono quindi conto delle reali necessità dei contesti “mini”», spiega Valeria Longo.

In un ingombro di soli 210x155x108h cm, Salina riunisce cucina, area relax e zona notte. Valeria Longo, giovane designer che ha ideato questo progetto per Artema, si è ispirata al target dei monolocali sempre più mini

«Da qui nasce il progetto di Salina: un arredo multifunzionale e compatto, esteticamente curato, che offre all’utente il necessario per vivere all’interno di un piccolo appartamento. Ogni lato è infatti caratterizzato da una funzione diversa: una cucina completa di elettrodomestici e piani di lavoro estraibili; un lato “relax” con un divano da cui si gestiscono i cursori della domotica integrata; una zona atta al contenimento con ante e cassetti ed un tavolo telescopico. E, infine, nascosto sotto tutto, un letto matrimoniale estraibile! Salina risulta così una soluzione ottimale e bella da vedere, che “segue” l’utente durante la giornata fornendogli quello di cui ha bisogno... e la si può immaginare negli appartamenti di tutte le grandi città del mondo».

Dettaglio del tavolo telescopico estraibile del progetto Salina, design Valeria Longo per Artema

Dedicata invece al solo uso di cucina, il blocco Aretusa (200 x 75 cm; h 100 cm, compreso bancone scorrevole) è un elemento formalmente neutro, anche se arricchito da un decoro laterale, che si svela solo quando il tavolo a ponte, completamente libero, su ruote, scorre e consente di utilizzare il top e poi di essere collocato ovunque nella stanza. «Aretusa si presenta come un blocco compatto che potrebbe passare inosservato all’interno di un salotto minimalista o di un ufficio. Ma una volta aperto svela la sua “anima”», conclude la progettista. «Aretusa è infatti una cucina completa e rifinita con materiali di pregio, ma rimane celata dal bancone. La sua “anima” siciliana si svela quando si apre, quando si vedono le preziose maioliche siciliane - di Studio Le Nid - incastonate nei fianchi in pietra acrilica, prodotte, cotte e dipinte a mano».

Celata dal bancone, la cucina compatta Aretusa (progetto di Valeria Longo per Artema) svela la sua "anima" siciliana quando si apre e appaiono le preziose maioliche artigianali a firma Studio Le Nid

Pubblica i tuoi commenti