Baldanello: progetto double face, cucina e non solo

Le due facce del progetto d'arredo firmato da Renzo Baldanello per il brand turco Kule Mobilya: da un lato cucina-soggiorno e dall'altro studio-notte

Discreto ed elegante, il progetto creato da Renzo Baldanello per il brand turco Kule Mobilya esprime l’intelligenza di un design attento sì alla funzionalità, ma anche all’estetica. Nell’ottica di un’idea di arredo capace di connettere la vitalità di un ambiente giorno con le esigenze di una cucina.

«Tutto ha avuto inizio con l’azienda Kule Mobilya, di Istanbul, che ci aveva chiesto un modello cucina inseribile anche in un contesto living» ha spiegato Renzo Baldanello, designer di “lungo corso”, con una grande esperienza e una carriera contrassegnata da numerosi e fortunati progetti, tra cui il programma Utility System di Scavolini.

«Il punto di partenza era immaginare una nuova tipologia di mobile, atta a soddisfare entrambe le situazioni. Abbiamo quindi pensato a elementi che avessero insite le caratteristiche di entrambi gli ambienti, e che si potessero modificare inventando di volta in volta situazioni rispondenti alle esigenze del momento; volevamo inoltre un mobile da poter collocare sia a parete sia in centro stanza, con la possibilità di estrarre piano cottura, lavello e forno solo all’occorrenza e riporli dopo l’uso».

Prima di giungere a un progetto definitivo, il team di Baldanello ha lavorato per passaggi successivi, con opzioni via via più complete e flessibili.
Per arrivare poi a una soluzione definitiva, ma di sicuro non statica. Che, a seconda del tipo di casa, si può declinare in due configurazioni.

«In una prima fase avevamo pensato solo a un blocco contenente attrezzature da cucina, ma il progetto non ci soddisfaceva poiché non portava nulla di nuovo», prosegue Baldanello.

«Nella fase “numero due” si era pensato a un mobile da soggiorno che celasse gli elementi cucina, per arrivare, infine, al terzo e ultimo step che si è concluso con la completa personalizzazione di mobile multifunzione proposto in due varianti: come elemento-base o a tutta altezza.

Due sono le varianti del progetto creato da Renzo Baldanello per la turca Kule Mobilya. Quella definita elemento-base si connota per i diversi livelli del top e per gli elementi estraibili e a scomparsa.

La versione alta quasi scompare nella stanza, poiché le attrezzature specifiche compaiono solo quando necessario. Essendo inoltre un mobile bifacciale, si può utilizzare anche come divisorio e si può attrezzare diversamente sui due lati: come cucina-soggiorno da un lato, e come studio-letto dall’altro. É completabile con elementi vari tra cui un letto e scrivania estraibili, piani lavoro, ecc. e può essere personalizzabile tramite l’utilizzo di laminati con stampa digitale».

La seconda versione è invece a tutta altezza, tipo armadiatura; inferiormente è attrezzata come cucina e si può completare con un tavolo e anche con elementi “estranei alla cucina”, come il letto estraibile. Può essere a parete o bifacciale per installazione centro-stanza.

Pubblica i tuoi commenti