Ambiente Cucina n. 239

In occasione della presentazione del report Home Appliance Europe, il presidente di Ceced Italia Manuela Soffientini ha ricordato come la connettività degli elettrodomestici sia già una realtà: in Europa sono disponibili oltre 2.100 modelli connessi in rete e in Italia, se parliamo di lavabiancherie, rappresentano il 18% del mercato (dati GfK). Un dato che conferma sia l’evoluzione incontrovertibile della tecnologia in questa direzione sia come il consumatore oggi sia oramai pronto a cogliere i benefici di soluzioni smart in ambito domestico, primo tra tutti quello della massima efficienza, o meglio intelligenza, energetica con i relativi vantaggi ecologici ed economici.
Un traguardo già acquisito, come è stato dimostrato anche dall’intervento di EEBus e Energy@home durante la Settimana Europea dell’Energia Sostenibile 2017, organizzata a fine giugno a Bruxelles. Insieme ad alcune aziende produttrici, le due associazioni no profit hanno presentato elettrodomestici che parlano la stessa lingua, anche se di marche diverse, e comunicano con i sistemi di gestione dell’energia all’interno di un ecosistema domestico integrato. Se poi ci proiettiamo verso il futuro, e lo hanno fatto numerosi esperti e imprenditori della distribuzione interpellati nella ricerca internazionale “Global Kitchen” promossa dal Gruppo Cosentino e presentata a pagina 64, la connessione a internet e ai dispositivi smart degli elementi presenti in cucina è ritenuta l’innovazione determinante per modificare e migliorare la vita nell’ambiente che si conferma come il più importante della casa. Una piattaforma di relazioni e di riti che ha nelle soluzioni ad isola la sua icona, sintesi della assoluta centralità della cucina. Un elemento amato, desiderato e richiesto dal consumatore, che le aziende produttrici hanno saputo arricchire di nuove funzionalità come dimostra l’ampio servizio dedicato al tema pubblicato a pagina 70. A dispetto del nome, un elemento che unisce, attorno cui si creano le reti di rapporti sia all’interno della famiglia sia all’esterno, ancora una volta potenziate dai nuovi dispositivi intelligenti. E a proposito di reti, in questo numero pubblichiamo un’inchiesta sui Gruppi di acquisto, a pagina 58. Una formula che sta prendendo piede anche nel settore arredo italiano per potenziare il ruolo di una distribuzione che vuole difendere i valori dell’indipendenza, ma che ha capito l’importanza dell’aggregazione. Anche in questo caso, connessioni, di idee e risorse, finalizzate a migliorare offerta e risultati.

Raffaella Razzano

sfoglia ambiente cucina emagazineLeggi gratuitamente un estratto dal nuovo
Ambiente Cucina 239

ambiente-cucina-abbonati-newsletter-flat Iscriviti alla newsletter gratuita di
Ambiente Cucina Web

Pubblica i tuoi commenti