Ambiente Cucina Day 2011

eventi –

Social network e web 2.0 in espansione, carta stampata in difesa, offerta tv sempre più frammentata: per chi produce beni durevoli è sempre più difficile scegliere come comunicare. Se ne è discusso all’Ambiente Cucina Day 2011. Scarica subito le relazioni degli esperti

Ambiente Cucina Day - giunto alla 7ª edizione - ha proposto il 1 marzo 2011 un percorso che aveva al centro alcune riflessioni sul ruolo della comunicazione nella catena del valore nel mercato dei beni durevoli, partendo da una disamina delle domande emergenti di informazione, per cercare poi di capire come utilizzare al meglio gli strumenti del web.

Il percorso è approdato quindi all'analisi dell'anello finale della catena del valore, che ancora costituisce la fase determinante nel processo di scelta, oggi da ripensare proprio in funzione dei nuovi mezzi di comunicazione: il punto vendita.


L'esplosione dei social network e del web 2.0 è l'elemento di forte discontinuità nelle strategie di comunicazione delle imprese. Il protagonismo del cliente finale sulla scena della comunicazione e dell'informazione, non più solo come fruitore di informazioni ma come creatore delle stesse, aumenta la sua capacità di influenzare le scelte, nello scambio tra utenti, e pone le imprese di fronte a un mutato interlocutore. Ma pone anche una serie di questioni irrisolte: come possono le imprese inserirsi in questo circuito informativo mantenendo una posizione trasparente? Qual è il livello di autorevolezza dei contenuti dei "consumatori-autori"? E quale il rapporto tra media tradizionali, imprese, lettori-utenti?

Scarica a lato il programma della giornata di lavori e le relazioni di alcuni degli esperti intervenuti:

Diego Martone, presidente di Demia ha affrontato il tema della domanda di informazione del cittadino consumatore.

Gianluca Brugnoli - Indaco / Politecnico di Milano - è intervenuto sul tema del consumo multicanale.

L'intervento di Paolo Lucchetta - Retail Design - era infine dedicato al tema: punto vendita tra valore percepito e valore reale.






Sui contenuti proposti nella giornata di lavoro è intervenuto con un commento Davide Meani, titolare dello showroom Archilogo. Fai clic qui sotto per conoscere il suo punto di vista.







Pubblica i tuoi commenti